Crea sito
rss feed

Opinioni a Confronto

l'AlterBlog

i delinquenti imbecilli sono sempre dietro la porta

febbraio 6th, 2016

mennekenSono passati nove anni da quando hai impiantato un sito web e sei anni da quando hai aggiunto questo blog. Qualche articolo è piaciuto qualche altro no qualche commento c’è stato direttamente sul blog altri commenti li abbiamo discussi su facebook. Fortunatamente la piattaforma di Altervista con cui gestisco sia il sito sia il blog non espone i commenti o altre eventuali inserzioni se non sono accettate dal sottoscritto e meno male. Vi chiederete perché, perché la mamma degli imbecilli è sempre incinta e i delinquenti imbecilli sono sempre dietro la porta. Nel corso di questi nove anni ho avuto vari riscontri favorevoli e piacevoli come la realizzazione di un libro con il settore “Pesci e Sistemi di pesca” e un altro con il settore “Ricette” concretizzati da un visitatore romano e la collaborazione con la Proàgo s.r.l. nell’ambito del progetto Azioni di valorizzazione e promozione dei prodotti ittici per lo sviluppo di nuovi mercati e l’informazione “M.ITTI.CO!” il cui prodotto è stato “L’Atlante del Pesce Azzurro del Basso Adriatico e dello Ionio”. Il progetto è stato finanziato dalla Regione Puglia, in attuazione del Regolamento CE n. 1198/2006, Programma Fondo Europeo per la Pesca 2007-2013 – Misura 3.4”Sviluppo di nuovi mercati e campagne rivolte ai consumatori”. Ho collaborato con una Biologa Belga per delucidazioni e ragguagli sul “gambero rosa” del Mediterraneo. Sono stato ospite presso l’Istituto Comprensivo “L. Pirandello” di Mazara del Vallo, dove la Prof.ssa Vita Valenti, nell’ambito delle ore dedicate al recupero delle tradizioni e della storia locale, ha utilizzato qualcuno dei miei racconti che nel mio sito si trovano nel link “Ti vogghiu cuntari…. Piccole storie di pesca e pescatori”. Molto belle sono state le discussioni con opinioni diverse in un clima di sana discussione. Da un po’ sono infastidito e demoralizzato per commenti o inserzioni quanto meno sgradevoli di alcuni “soloni” e allora ho diradato le mie inserzioni. Da ultimo infine sono rimasto disgustato dall’azione di quei disonesti e delinquenti imbecilli, di cui parlavo all’inizio, che si sono permessi di duplicare il mio account di facebook aggiungendo video con fotomontaggi hard con la mia identità pubblicandoli anche su Youtube. Ho segnalato subito l’accaduto alle testate e spero che i tecnici siano riusciti ad eliminarli in modo definitivo. Nel frattempo ho presentato regolare denuncia alle forze dell’ordine, ho cambiato il mio account e tutte le password. Perciò cari amici mi troverete su facebook, per qualche mese, con il mio “antico” soprannome di quando davo calci ad un pallone. Ad Maiora

Share

Be Sociable, Share!


Comments are closed.